Stampa
Categoria: Note e comunicati
Visite: 184

Lo scorso 20 dicembre 2021 ha avuto luogo la prima riunione del Consiglio Internazionale della UILPA Esteri dall’inizio della pandemia. Si è trattato di un appuntamento storico: per la prima volta, infatti, la riunione di un organismo statutario della nostra organizzazione si è svolta interamente in videoconferenza.

L’incontro si è aperto con la relazione del Coordinatore Generale, Alfredo di Lorenzo, che ha ripercorso gli ultimi difficili anni affrontando altresì le criticità che oggi interessano il lavoro al MAECI, in particolare lo smart working e l'urgenza che la nostra Amministrazione si doti degli strumenti necessari. Ha poi aggiornato il Consiglio sulla recente, intensa, azione di proselitismo che ha permesso al nostro Coordinamento di compensare l'incessante emorragia di scritti dovuta ai progressivi pensionamenti. Il Coordinatore Generale a questo proposito ha ricordato anche l’importanza di proseguire un'attività analoga nei confronti del personale a contratto, anticipando anche una serie di iniziative allo studio della Segreteria e ricordando i due appuntamenti cruciali che la nostra organizzazione sindacale dovrà affrontare nel corso del 2022: il rinnovo delle RSU ed il Congresso.

È intervenuta di seguito anche la Coordinatrice Aggiunta, Carolina Milano, che ha ricordato l’importanza della prossima tornata elettorale. La RSU riveste un ruolo fondamentale come figura sindacale, incardinata delle diverse direzione generali. Per vincere l’elezione RSU serve un forte lavoro di squadra, serve trasporto, dedizione, impegno, forti ideali.

La RSU affonda le sue radici storico-sociologiche nei consigli di fabbrica, organismi che realizzavano la forza del proletariato e la lotta contro l’ordine capitalistico.

Ha inoltre consegnato al dibattito e l’approfondimento riguardo il concetto che i membri di Segreteria devono essere individuati in base al criterio della rappresentatività e soprattutto devono dedicarsi ad un forte proselitismo. Fondamentale l’equilibrio di genere e che ogni decisione del gruppo dirigente sia adottata nel rispetto del principio di collegialità, che ci deve sempre contraddistinguere ed ispirare.

Siamo, inoltre, riusciti ad iscrivere un congruo numero di nuovi iscritti riuscendo a tamponare l’emorragia dei pensionamenti.

Ha quindi preso la parola il Segretario Nazionale della UIL Pubblica Amministrazione, Sandro Colombi, per aggiornare il nostro Consiglio sulle novità più rilevanti contenute nel nuovo CCNL. In particolare ha informato il nostro Consiglio che sarà breve attivata una nuova sequenza contrattuale per il nuovo sistema di classificazione ed il nuovo trattamento economico del personale con contratto regolato dalla legge italiana. Si tratta di un negoziato che questa categoria di personale aspettava da oltre vent’anni e che permetterà finalmente di intervenire su una serie di criticità del vigente sistema.

Il dibattito è stato ampio ed ha toccato moltissimi aspetti, protraendosi per oltre tre ore. Tra gli argomenti toccati dai consiglieri intervenuti segnaliamo la necessità di una copertura sanitaria più ampia per il personale all’estero, gli aspetti tecnico-elettorali legati al rinnovo delle prossime RSU, il proselitismo anche nei confronti dei neo assunti e dei colleghi transitati dal MiSE al MAECI a fine 2019, il potenziamento della nostra comunicazione anche con una nostra pubblicazione periodica e attraverso l'implementazione dei più recenti sistemi. E' stato altresì chiesto uno specifico intervento in favore del personale APC con riferimento alla neoistituita Quarta Area ed alla possibilità che parte di esso venga in essa inquadrato. E' stata infine avanzata anche la proposta di riunire più frequentemente il Consiglio Internazionale utilizzando il sistema delle videoconferenze oltre all'occasione offerta dal prossimo Congresso e dalle RSU per un rinnovamento dei nostri quadri sindacali.

Al termine della riunione, insieme ai consueti adempimenti statutari, il Consiglio ha anche approvato l’ammissione di cinque nuovi colleghi che si sono distinti per la loro attività sindacale durante questi anni: Madonna El Hakim (Beirut), Florindo Di Lucente (Francoforte), Marco Sorrenti (Bruxelles), Francesco Ziosi (IC Zurigo) ed Edoardo Crisafulli (IC Kiev).

La riunione ha rappresentato un momento di incontro e di confronto che mancava da più di due anni e che ha confermato la vitalità del nostro Coordinamento e la qualità della nostra azione sindacale. Siamo certi che saranno tutti fattori di successo in occasione delle imminenti RSU e dell'appuntamento congressuale della prossima estate.